Il GSE ha comunicato il nuovo aggiornamento del contatore delle fonti rinnovabili non fotovoltaiche, che ha raggiunto, lo scorso 31 gennaio, un costo indicativo medio di 5,265 miliardi di euro, con un lieve aumento (+25 € mln), dovuto principalmente ai segnali di ribasso del prezzo dell’energia nel medio termine. Il valore, quindi, resta distante dal tetto di 5,8 miliardi di euro.

Nel contatore rientrano gli oneri d’incentivazione riguardanti gli impianti CIP6 (quota rinnovabile), l’incentivo sostitutivo dei Certificati Verdi e le Tariffe Onnicomprensive (DM 18/12/2008), gli impianti incentivati mediante il Conto Energia per il solare termodinamico e quelli in esercizio ai sensi del DM 6/7/2012 e del DM 23/6/2016 (FER non fotovoltaiche).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *