5 milioni di euro per l’efficienza negli edifici pubblici, grazie a un bando della Regione Liguria

La Regione Liguria ha approvato un bando che mette a disposizione 5 milioni di euro per l’efficientamento energetico degli edifici pubblici, destinato alle province, alla città metropolitana di Genova e ai comuni con popolazione superiore a 2 mila abitanti. Il bando è, attuativo dell’azione 4.1.1 dell’Asse 4 Energia del Por Fesr Liguria 2014-2020 “Promozione dell’eco-efficienza e riduzione di consumi di energia primaria negli edifici e strutture pubbliche: interventi di ristrutturazione di singoli edifici o complessi di edifici, installazione di sistemi intelligenti di telecontrollo, regolazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione dei consumi energetici (smart buildings) e delle emissioni inquinanti anche attraverso l’utilizzo di mix tecnologici”.

Le domande di ammissione dovranno essere redatte esclusivamente on line, dal 21 al 31 gennaio 2019, accedendo al sistema “Bandi on line” dal sito internet www.filse.it.

Gli interventi dovranno riguardare l’intero immobile ed essere almeno di ristrutturazione importante di primo livello.

Le operazioni dovranno interessare più del 50% della superficie disperdente esterna e, per essere ammissibili, dovranno produrre un risparmio energetico tale da consentire almeno il miglioramento di due classi energetiche su ciascun edificio oggetto dell’intervento.

Ciascun soggetto richiedente potrà presentare una sola domanda di finanziamento. Nella domanda potranno essere contemplati più interventi, ciascuno dei quali deve prevedere un investimento di almeno 500 mila euro.

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto nella misura massima del 70% della spesa ammessa. ono esclusi dal bando i Comuni di Genova, Imperia, La Spezia, Savona e Sanremo, in quanto individuati quali Autorità Urbane responsabili delle strategie di sviluppo urbano da attuarsi nell’ambito dell’asse 6 “Città” del Programma Operativo Regionale Fesr 2014-2020.

Il bando è scaricabile a questo link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *