Energia elettrica: a marzo i consumi sono cresciuti del 4,2%

Il freddo di fine inverno e inizio primavera ha avuto conseguenze anche sui consumi elettrici nazionali: infatti, a marzo 2018, secondo quanto rilevato da Terna, nel consueto Rapporto mensile, la società che gestisce la rete elettrica nazionale, la domanda di elettricità in Italia è stata di 27,7 miliardi di kWh, in aumento del 4,2% rispetto ai volumi dello stesso mese del 2017. Questo aumento è dovuto essenzialmente alle temperature medie del mese di marzo di quest’anno, che sono state inferiori di 2 gradi rispetto a marzo 2017.

Da sottolineare l’aumento della produzione da fonti energetiche rinnovabili (+4,4%) e quella termoelettrica (+6,9%), mentre cala il saldo estero (-4,3%) . Nel dettaglio, in aumento le fonti di produzione eolica (+24,5%), idrica (+22%) e termica (+6,9%); in flessione le fonti geotermica (-1,8%) e fotovoltaica (-27,1%).

La potenza massima richiesta a marzo 2018 è stata di 53.497 MW, registrata il giorno giovedì 1 alle ore 11 e risulta superiore del 10% al valore registrato alla punta di marzo 2017. Il dato è correlato prevalentemente all’ondata di freddo intenso registrata nei primi giorni del mese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *