Premio Innovazione Amica dell’Ambiente 2019

Il riconoscimento annuale di Legambiente destinato a tutte quelle innovazioni di prodotto, di processo, di servizio, tecnologiche, gestionali e sociali, che dimostrano di contribuire a significative riduzioni degli impatti ambientali, a considerevoli rafforzamenti della resilienza agli effetti del cambiamento climatico e che si segnalano per originalità, replicabilità e potenzialità di sviluppo.

Il Bando si rivolge alle start up ancora non costituite e a quelle iscritte al registro delle imprese, agli spin off universitari o aziendali, con sede legale in Italia e prioritariamente a quelle realtà il cui rappresentante legale (o l’età media dei funder) abbia un’età inferiore o pari ai 35 anni al momento dell’iscrizione.

Quattro i parametri principali con cui verranno giudicate le start up: Innovatività e Replicabilità, Impatto ambientale, Fattibilità tecnica e Team, Modello di business. Rappresenteranno un valore aggiunto alle candidature la presenza dei seguenti requisiti: candidature di soggetti il cui rappresentante legale (o l’età media dei funder) abbia un’età inferiore o pari ai 35 anni al momento dell’iscrizione; presenza di certificazioni di enti terzi; sssere una Società Benefit; lo sforzo fatto per migliorare l’informazione relativa alle proprie prestazioni sociali e ambientali, in maniera oggettiva, chiara e trasparente; il potenziale impatto dell’innovazione sul sistema produttivo o sui consumi in generale, tenendo conto della situazione di partenza e dell’efficienza relativa rispetto ad attività simili; la capacità di valorizzare i fattori specifici di innovazione, tenendo conto del contesto e delle fragilità territoriale; a capacità di coinvolgere nella propria innovazione diversi attori sociali (fornitori, produttori, istituzioni, associazioni, consumatoti) cambiando le modalità di acquisto/consumo.

La giuria 2019 sarà composta da rappresentanti di Legambiente Onlus, Fondazione CARIPLO, Fondazione CON IL SUD, Fondazione Global Compact Italia, Fondazione SODALITAS, Fondazione UPS, Fondazione Riuso, Fondazione Lombardia per l’Ambiente, Conai, Kyoto Club, Università Bocconi, Politecnico di Milano, Università degli Studi di Milano – Dipartimento di Scienze e Politiche Ambientali e Dipartimento di Beni Culturali e Ambientali. Compito di questo organo sarà quello di valutare collegialmente i progetti dei partecipanti e decidere l’assegnazione dei premi in base ai criteri illustrati.

Come partecipare

La partecipazione al Bando 2019 è facile e gratuita! Basterà inviare, infatti,  presso la Segreteria Organizzativa del Premio Innovazione Amica dell’ambiente i seguenti documenti:

  • domanda di partecipazione e scheda tecnica compilata in ogni sua parte (entrambe compilabili online dal sito www.legambienteinnovazione.org)

  • documentazione integrativa per illustrare in modo più approfondito e chiaro l’innovazione proposta

entro e non oltre le 23:59 del 15 settembre 2019

Eventuale documentazione integrativa di approfondimento dell’innovazione proposta (foto, immagini, grafici, bilanci, dati, rassegne stampa, risultati di analisi e test, ecc.) può essere spedita:

  • per e-mail semplice all’indirizzo premioinnovazione@legambiente.it entro i 10 Mb; oltre i 10 Mb, chiediamo che la trasmissione avvenga attraverso sistemi di trasferimento dati/files;

  • per posta ordinaria all’indirizzo della Segreteria Organizzativa, indicando sulla busta Premio all’Innovazione Amica dell’Ambiente 2019.

Tutte le info per partecipare al premio https://www.legambienteinnovazione.org/il-premio-2019/il-bando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *